Delle red tides e Siesta key, cercando una sana alimentazione

February 6, 2019

 

Sapendo che saremmo stati un paio di giorni in appartamento mi sono portata il pesto fatto in casa, in viaggio. Rigorosamente dichiarato alla dogana oltre a un pezzo di parmigiano ad uso personale, da vera italiana. Nessun problema. Avevo già verificato di poterlo fare (vedere uno dei post in questo gruppo, relativo alla dogana). Sul posto però mi mancano la frutta e la verdura. Mezza giornata va persa alla ricerca di qualcosa che ricordi un panificio o un fruttivendolo. Non c'è neanche un Walmart che forse potrebbe rappresentare una soluzione. Chiediamo aiuto al titolare del nostro residence che ci consiglia di andare al centro di Sarasota, dove c'è una catena chiamata Whole foods. E' la nostra salvezza. Io, con mia grande soddisfazione, ci trovo anche le ciliegie. Compriamo pasta, yogurt greco, cereali, latte e fesa di tacchino. Ecco la nostra cena e la colazione per l'indomani. Per un paio di giorni quest'attività commerciale che può ricordare i nostri supermercati di tipo biologico, diventa punto di riferimento. Troviamo la pasta che io accompagnerò con il mio pesto